Dca avvistati su Pinterest

Premessa: la mia ultima droga è Pinterest. Pinterest e le stramiliardi di ricette in perfetto stile food porn, bellissime e irraggiungibili.

Ma a quanto pare, Pinterest non è un vergine dei disturbi alimentari. Basta digitare thinspo (tanto per cambiare) e ti vengono fuori centinaia di giovini con corpi scolpiti di muscoli o ossa sporgenti, a seconda. Da qualche tempo, prima di questo carnaio di modelle, appare anche la scritta:

Eating disorders are not lifestyle choices, they are mental disorders that if left untreated can cause serious health problems or could even be life-threatening. For treatment referrals, information, and support, you can always contact the National Eating Disorders Association Helpline at 1-800-931-2237 or www.nationaleatingdisorders.org

Screen Shot 2013-02-13 at 7.02.34 PM

Pinterest si preoccupa per noi, ragazze. O meglio, Pinterest è nel mirino delle associazioni per i dca, come lo erano i siti pro-ana qualche tempo fa, come lo sono tutti gli strumenti online dove persone con disturbi alimentari si palesano senza gridare il loro desiderio di guarire.

Quindi Pinterest sta facendo di tutto per controllare i propri contenuti (guardate questo articolo, per esempio) – e prima lo hanno fatto Tumblr, l’ha fatto Twitter – Facebook un po’ meno perchè Facebook è meno anonimo, e pochi disturbati alimentari si divertono a far sapere del loro disordini a tutti gli amici e i parenti online.

Considerazioni al riguardo?

Io sì.

Considerazione di premessa: ho già spiegato le mie idee sulle Thinspo, ho già spiegato le mie idee sulle pro-ana. Io non le ritengo troppo pericolose, anzi ritengo che spesso vengano diffusi da persone che non soffrono nè soffriranno di disturbi alimentari.

Purgare i social network dai disturbi alimentari è una cosa legittima, ma più di facciata che d’altro.

Considerazione seconda: CHE NOIA. Mi sembra di leggere le stesse cose da sempre, di ripetere le stesse cose da sempre. Mi sembra che a tutti quelli che non ci capiscono niente di disturbi alimentari piaccia puntare il dito contro le stronzate: la moda, i siti pro-ana, adesso i social network – che saranno pur legati ai disturbi, ma in maniera così minima.

Sono stanca, stanca morta, di questi scandali anoressia. Sono stanca delle associazioni dei dca che corrono dietro a qualsiasi gamba ossuta vedano nei media. E delle cose fatte di facciata, perchè non è carino far vedere i disturbi alimentari in giro.

Non che io trovi grandioso diffondere le thinspo nel mondo. Ma chissenefrega, davvero. Se si parla di disturbi alimentari nei giornali solo quando si deve riportare che sono apparse delle gambe ossute da qualche parte, beh, sinceramente fate a meno di parlarne.

Io, personalmente, come persona che soffre di disturbi alimentari, penso che ci farei più bella figura. Almeno non risulterei come l’ennesima ragazzina influenzata dagli ideali della moda. Anzi, neanche più della moda, di Pinterest.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...