Consiglio online

Immagino che molte di voi parlino inglese senza problemi, quindi ho pensato di condividere questa risorsa con voi. Si chiama B-Eat, ed è il sito della più grande charity del Regno Unito per il trattamento e la cura dei disturbi alimentari.

Non credo che ci sia nulla del genere in italiano. Il sito offre qualsiasi tipo di informazione sui dca ma anche: gruppi online di supporto, una chatroom con degli esperti, una chat a tu per tu con un volontario della charity e un forum libero. E’ perfino incluso un progetto, chiamato My Personal Best, una specie di diario dove si possono segnare i propri progressi nella battaglia contro il dca.

Pensavo di consigliarvelo, tutto qui. Io trovo che sia una splendida risorsa, che è accessibile in maniera semplice ed anonima da chiunque soffra di dca. Quindi niente. Questo. Fatene l’uso che volete.

Annunci

11 thoughts on “Consiglio online

  1. Thanks!
    Effettivamente non credo che esista qualcosa di simile qui in Italia… il nostro Paese purtroppo è indietro anche sotto questo punto di vista…
    Credo anch’io che si tratti di un’ottima risorsa… per lo meno, è un mezzo che può essere utilizzato per cominciare a rompere il silenzio. Perchè il cuore dei DCA è spesso proprio il silenzio…

    • Già. Per chi vive in Inghilterra c’è anche una lista di tutte le varie cliniche e gli psicologi specializzati nel trattamento dei dca. Da noi i siti dell’ABA e cose del genere sono carini, ma non ce n’è nessuno di così completo. (bisognerebbe fondarlo?)

  2. È la prima volta che mi trovo davanti ad un sito del genere…trovo che sia una grande risorsa. Anche in Italia dovrebbero aprirne uno.
    Penso sia un aiuto, e una maggiore comprensione della società verso i disturbi alimentari.
    Grazie per questo consiglio!
    Pulce

    • sì ho partecipato a dei gruppi di srsh all’università, e ora credo andrò agli overeaters anonymous. ho delle idee un po’ miste su questi gruppi, magari ne parlerò in un post, a volte credo che siano utili, altre volte li trovo semplicemente triggering. non so. secondo me vale la pena provare, tutti sono comunque sempre molto comprensivi, e se vuoi ascoltare senza parlare te lo lasciano fare.

  3. Pingback: Associazioni e ONLUS sui Disturbi Alimentari | Trappola per Topi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...