Felice Giornata del Fiocchetto Lilla!

Tanti Auguri a noi, che oggi è la Festa dei Disturbi Alimentari. Festone. Felice Giornata del Fiocchetto Lilla. Andate a vedervi qualche evento, se avete tempo.

giornata fiocchetto lilla disturbi alimentari anoressia bulimia

Per molto tempo sono stata piuttosto scettica di queste Giornate dedicate alla Malattia o alla Memoria di turno. C’è un Giornata per qualsiasi cosa: una per il Tumore al Seno, una per il Parkinson, per la Fame nel Mondo, una per i Neri, una per i Gialli, per i Ghiacciai Sciolti, i Pancakes e i Polpastrelli Palmati. Ogni giorno è una Giornata. Ci mettiamo il Fiocchetto, leggiamo un articolo che dice che oggi è tale Giornata, e poi ce ne freghiamo bellamente per il resto dell’anno. L’attivismo che dura 24 ore è la più patetica delle ipocrisie.

Pensavo: a cosa cavolo serve una Giornata dei Disturbi Alimentari a chi soffre di Disturbi Alimentari. Io non ho bisogno che qualcuno si fissi un fiocchetto alla spalla per sapere che la Bulimia fa schifo. Io non ho bisogno della vostra cazzo di pietà. Perché vi assicuro che la pietà non mi fa guarire. Ricordo che mentre le Laureande in Psicologia distribuivano fiocchetti lilla davanti alla Facoltà, io vomitavo un litro di crema chantilly nel cesso della mensa.

Però avevo torto. Torto marcio.

La Giornata del Fiocchetto Lilla non è affatto per chi soffre di Disturbi Alimentari. E’ una Giornata di sensibilizzazione – ovvero, dedicando un momento esclusivamente ai DCA, stabilisce una piattaforma di informazione più ampia che possa raggiungere non tanto noi che i Disturbi Alimentare li conosciamo bene, ma anche il grande pubblico.

A noi non cambia un cazzo, i Disturbi Alimentari ce li teniamo con o senza fiocchi; noi, così come tutte le Associazioni ed i Centri per DCA, dobbiamo parlare di Disturbi Alimentari 366 giorni l’anno, non uno. Il Fiocchetto Lilla è per loro, gli altri, quelli che i Disturbi Alimentari sanno a malapena cosa sono, e che si nutrono di tutti quegli pregiudizi che noi tanto odiamo e che spesso ci costringono alla vergogna e al silezio. Una Giornata sui Disturbi Alimentari un modo, forse un po’ corny ma pur sempre valido, di costringere tutti quanti a cagarci, almeno per un giorno.

Certo, la sensibilizzazione non è un gioco da 24 ore, ma un processo continuo e capillare, che necessita più di una sola giornata e che non si può esprimere solo attraverso uno stupido fiocchetto lilla o un evento a tema. Ma meglio di niente. Un giorno basta a smontare uno stereotipo.

A me piace pensare che da qualche parte un ragazzo partecipa ad un evento del 15 Marzo, così per caso, poi se ne dimentica; ma quando dopo qualche mese la sua fidanzata gli svela di soffrire di binge, lui non le dirà che è semplicemente golosa e deve stare a dieta. Un piccolo passo per l’umanità…

Quindi niente, partecipate agli eventi, mettetevi quel cacchio di fiocchetto se volete, twittate con l’hashtag #coloriamocidililla e dite la vostra verità. Che magari visto che è il 15 Marzo qualcuno l’ascolta.

 

Annunci

7 thoughts on “Felice Giornata del Fiocchetto Lilla!

  1. E’ assolutamente vero, è importante questa giornata. Lo sarebbe stata, almeno. Avrei voluto essere stata sensibilizzata 7 o 8 anni fa, da capire meglio io stessa che fine stavo per fare. Avrei voluto che le mie amiche fossero state sensibilizzate, così che invece di dirmi cose del tipo “ma come ci riesci? ti invidio” mi avessero detto “fermati, finchè puoi”. Avrei voluto che fosse stata sensibilizzata la mia prof. di ginnastica, così da chiedermi se tutto andava bene anzichè dirmi “ora che sei così più leggera vedrai come ti verranno meglio alcuni esercizi”.
    Per qualcuno magari l’esistenza di questa giornata, un giorno, potrà fare la differenza.
    Per me, invece, svegliarmi e scorrere la bacheca di Facebook stamattina, scorgendo qua e là fiocchetti lilla, è stato solo l’inconveniente che ha condannato questa giornata ad essere grigia. Ho avvertito una fitta dentro che ancora non se ne va, e sono scese tante lacrime.
    Spero che tutti questi fiocchetti lilla faranno sì che magari tra 5 o 6 o 7 anni anche almeno una ragazza non vivrà il 15 marzo come l’ho vissuto oggi io.

    • Non farti buttare giù da qualche fiocchetto. Ti dico, ti capisco, perché sono qui che mi sembra di essere bloccata in questa cazzo di bulimia a vita. E’ una merda. E’ una merda essere in lotta con il proprio cervello e non sapere fare le scelte giuste per sé, cristo santo.

  2. Hai totalmente ragione: questa giornata non serve per noi, noi viviamo quotidianamente col dca,lo sappiamo benissimo. Questa giornata serve per gli altri, ed è nostro diritto e dovere partire anche da un singolo giorno per fare corretta informazione sui dca. Questa giornata io credo sia un simbolo: evidenzia il fatto che i dca sono un reale problema, una reale malattia, di cui le persone devono essere messi al corrente in maniera realistica, per poter cominciare a mettere da parte gli stereotipi. Un solo giorno è una cosa piccola, ma si comincia da qui!!!!!!!!

    Hai poi partecipato a qualche iniziativa ieri? Se l’hai fatto, che te ne è sembrato????????

    • Sì, ma mi sembrava più un seminario della facoltà di medicina che un evento di sensibilizzazione. E quando si fa così si corre sempre il rischio di ridurre sempre il malato in un ‘altro ignoto’ che è troppo diverso da noi per suscitare empatia.

      • Mi dispiace che l’evento a cui hai partecipato non ti sia piaciuto molto, perché troppo distaccato dalla realtà quotidiana dei dca.
        Io non ho partecipato a eventi perché nella mia regione non ce n’erano e comunque lavoravo; però ho sentito attraverso l’email tre ragazze che hanno partecipato ad altrettanti eventi in regioni diverse, e tutte e tre mi hanno detto che é stata una bella esperienza, perché accanto alla trattazione più scientifica dei dca, c’erano anche delle “tavole rotonde” in cui alcune ragazze raccontavano la loro esperienza come malate di dca, e rispondevano alle domande degli altri, e quest’impostazione mi sembra decisamente buona!!!!!!! Credo che ascoltare testimonianze quanto più varie possibile sui dca possa aiutare familiari e amici a capire di più questa malattia, e magari anche cancellare i luoghi comuni!!!!!!
        Spero di poter assistere di persona ad uno di questi eventi il prossimo anno!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...