Una poesia di sofferenza sui nostri disturbi alimentari

Chi sono i visitatori di Trappola per Topi 2? Quando avevo da poco aperto il blog, avevo scritto un articolo tragicomico sulle keywords Google con cui molti utenti arrivavano ai miei post. E ne erano uscite robe interessanti: ‘porno con topolini’, per esempio, era piuttosto quotata, e c’era anche chi cercava ‘come farsi un clistere in campeggio’ oppure il ‘pacco del dottor Jessen’.

Poi che ne so io, Google è migliorato, il blog si è ottimizzato; fatto sta che le cose non stanno più così. Ho ricontrollato in questi giorni la lista dei termini di ricerca, e invece di trovarci le keywords di qualche rimbecillito, ci ho trovato un universo di sofferenza.

Screen Shot 2016-02-11 at 23.49.08

In quella lista di parole senza paratassi si legge tutta l’angoscia di chi soffre di un disturbo alimentare. L’angoscia come la mia, la nostra angoscia. L’isolamento, le domande che non si possono fare a nessuno, la frustrazione del fallimento, la paura. Leggendo sembra quasi di vederci, decine di persone che supplicano lo schermo di un computer di spiegare loro che cazzo gli stia succedendo, tutte queste persone che hanno appena finito di vomitare, che hanno fame ma non lo sanno, che stanno male.

Riporto qui sotto un pezzo della lista. Sembra, davvero, una macabra poesia.

ragazza troppo magra malattie

non riesco a non abbuffarmi

voglio vomitare mi hanno detto che sono ingrassata

la mia ragazza ha di nuovo disturbi alimentari

dopo quanto tempo il dentista può vedere che sei bulimica

chi esce dal l’anoressia sente di nuovo il senso della fame

un’anoressica quando va fuori mangia?

necessità di punirsi dopo aver mangiato troppo

bulimia fisico distrutto

nascondere un dca

passata dall’anoressia il mio corpo non riconosce più i cibi

disturbo alimentare spendere tutti i soldi mangiando

bulimia e dipendenza

disturbi alimentari confessarsi con un amica

ricascata nel dca

studiare con anoressia

quante calorie si perdono vomitando

come guarire dai disturbi alimentari?

consapevole di morire per anoressia

bulimia conseguenza dopo dieci anni

accettare il corpo dopo anoressia

il mio bimbo ha 17 mesi e io sono bulimica

le coccole di un ragazzo fanno bene per le bulimia

come guarire dai disturbi dell’alimentazione

bulimia dolori addominali

viso bulimico

vita e corpo distrutto dalla bulimia

anoressia da quando avevo 10 anni

se si guarisce dalla bulimia migliora l’osteoporosi?

vomitare un po d’anima

cocaina per combattere la bulimia

pasticca post abbuffata

bulimia problemi intestino

ancora crisi bulimica

dopo che vomito sto bene

esami dopo bulimia

mangio fino a scoppiare e dormo

bolle lingua e unghia rotte

sono bulimica e bevo

i disturbi alimentari impediscono di lavorare come poliziotti

se mia figlia vomita bulimia

recuperare capelli dopo bulimia

la mia ragazza ha dei segni sulle nocche

ho ripreso ad abbuffarmi

bulimia e perdita sangue

uscirò mai dalla bulimia

Cazzo, non ci meritiamo tutto questo. Ci meritiamo di guarire.

Annunci

6 thoughts on “Una poesia di sofferenza sui nostri disturbi alimentari

  1. Come sempre ti sento “sorella dell’anima”.Leggerti mette i brividi.Traspare una personalita’ straordinaria nel bene e nel male.Ci meritiamo di guarire e la chiave e’ una sola:amarsi.Amarsi alla follia.Resistendo agli attacchi della nostra parte malata che non finiranno mai.E sapersi costruire un nostro equilibrio e poi difenderlo senza mai abbassare la guardia.

  2. Il: “non riesco a non abbuffarmi” è mio tipico talvolta. E si, si cercano su internet persone con cui confrontarsi senza paura di essere trattati con “straniamento”, senza paura di sentirsi in colpa per cose che non dipendono da noi. In quelle ricerche da te poi citate si coglie molta tristezza, troppa… si può coglione quanto la vita a poco a poco viene meno come un castello di sabbia.
    Già, meriteremmo di guarire.

  3. uno si può comporre la propria personale ballata con tutte le cose che una volta o un’altra ha cercato..
    bulimia fisico distrutto
    nascondere un dca
    passata dall’anoressia il mio corpo non riconosce più i cibi
    bulimia e dipendenza
    come guarire dai disturbi alimentari?
    bulimia conseguenza dopo dieci anni
    bulimia dolori addominali
    viso bulimico
    vita e corpo distrutto dalla bulimia
    bulimia problemi intestino
    dopo che vomito sto bene
    sono bulimica e bevo
    recuperare capelli dopo bulimia
    uscirò mai dalla bulimia
    Scrittura creativa!
    Ultimamente avevo l’impressione di essere sulla buona strada per raggiungere un po’ di equilibrio e serenità ,nel senso di non essere costantemente vessata da ansia,tensione,depressione a scelta, un po’ più libera da compulsioni o pensieri ossessivi o inclinazione a lasciarsi andare. Mi sentivo a volte proprio euforica e in generale più attiva e vitale. La realtà in effetti era che stavo scivolando nella mentalità anoressica. Non ricordavo,non riconoscevo,erano passati troppi anni ma l’inizio di una fase anoressica è tutto adrenalina ed è straordinario come si spacci per uno “stare benissimo” con gli altri ma pure con sé stessi. Alla fine però anche quella è una condizione alterata ed estrema sebbene non deprimente e meno invalidante -almeno socialmente,e finché non si casca per terra- che vomitare; al solito,nulla che si possa ricondurre a qualche normalità. Siamo un po’ come dei bipolari, o dei tossici il cui corpo può anche autoprodurre la sostanza- quando non mangiamo per abbastanza tempo.

  4. Ciao, volevo dirti che a volte si cercano cose su google per curiosità senza che le parole chiave che abbiamo inserito ci riguardino in prima persona. Io per esempio non ho mai avuto un disturbo alimentare, ma avendo conosciuto alcune persone che ne avevano uno e poichè il meccanismo mi sembra quasi del tutto incomprensible a volte ho cercato informazioni al riguardo. Per esempio “bisgono di vomitare dopo aver mangiato”. Spero quindi, dato che so di non essere l’unica, che tante altre persone cerchino informazioni per curiosità su questo aromento e non tanto perchè hanno una malattia.

  5. Tanto a lungo questa litania è stata anche la mia, troppo a lungo. Tante volte ho cercato frasi simili, nella speranza di trovare qualcuno che fosse come me e quindi potesse capirmi. Adesso cerco solo blog mirati, e comunque li seleziono, ma leggere tutta la striscia così mi da comunque una stretta allo stomaco, perchè mi ricorda una me stessa più giovane e più malata.
    Si, direi che adesso la guarigione è tutto ciò che ci meritiamo, e ciò che vale la pena di impegnarsi per raggiungere!!!!!!!!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...